Ultima modifica: 14 Marzo 2019
Liceo Statale "Ettore Majorana" > INCONTRO CON LA LILT “IL VACCINO CHE PROTEGGE DAL CANCRO”

INCONTRO CON LA LILT “IL VACCINO CHE PROTEGGE DAL CANCRO”

Lunedì 11 Marzo, nell’Aula Azzurra del Liceo “Ettore Majorana” di San Giovanni La Punta, si è tenuto un incontro con due medici della LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori) per parlare di prevenzione oncologica, ed in particolare dell’importanza del vaccino contro il Papilloma Virus (HPV) non solo per le ragazze ma anche per i ragazzi. Per questo motivo si è scelto di far partecipare cinque delle nostre prime classi, perché appartenenti alla fascia di età in cui il vaccino scatena una risposta immunitaria più forte ed efficace e quindi garantisce una maggiore protezione contro le conseguenze dell’HPV. All’incontro erano presenti la prof.ssa Aurora Scalisi, ginecologa ed oncologa, presidente della sezione LILT di Catania e la dott.ssa Silvia Vivarelli, giovane ricercatrice in forze al Laboratorio di oncologia traslazionale e genomica funzionale dell’Università di Catania diretto dal prof. Massimo Libra, già ospite della nostra scuola due anni fa sempre in occasione di un incontro con gli studenti.

La dott.ssa Vivarelli ha introdotto l’argomento, spiegando come nascono e si sviluppano le cellule tumorali, qual è il compito dei ricercatori nell’individuarle e combatterle trovando nuove cure, quali sono i fattori di rischio per l’insorgenza delle neoplasie e qual è lo stile di vita che può, se non proteggerci in assoluto, almeno diminuire il rischio di incorrere in questa malattia.

Di seguito è intervenuta la dott.ssa Scalisi, che ha presentato un quadro chiaro, seppur conciso, di cos’è il Papilloma Virus e dei rischi legati non tanto alla sua presenza nel nostro organismo (quasi il 90% della popolazione, sia maschile che femminile, ha “ospitato” questo virus) quanto alla sua permanenza prolungata che, con il suo protrarsi negli anni, può portare a malattie che vanno dai condilomi (non letali ma estremamente fastidiosi) fino ai tumori in varie zone del corpo.

La professoressa ha anche spiegato la differenza tra un’associazione come la LILT, che opera a livello provinciale, e che quindi “restituisce” al proprio territorio i proventi delle raccolte delle varie campagne sotto forma di screening gratuiti, attrezzature diagnostiche come il video dermatoscopio, campagne di sensibilizzazione sulla prevenzione oncologica e quant’altro, ed altre associazioni che, operando sul piano nazionale, non garantiscono un ritorno a livello locale, e possono creare delle sperequazioni nelle varie zone d’Italia nella fruizione di servizi sanitari.

Alla fine dell’incontro, la prof.ssa Scalisi ha voluto incontrare la docente referente alla Salute del Liceo, prof.ssa Giovanna Cantone, alla quale si è rivolta affinché incontri come questo non rimangano fini a sé stessi ma abbiano una ricaduta nella memoria e sul vissuto dei ragazzi, proponendo un questionario da somministrare agli alunni per sondare quanto, tra qualche tempo, ricorderanno di ciò che è stato detto durante la riunione odierna. Dal canto suo la prof.ssa Cantone aveva già sensibilizzato gli alunni sull’importanza non solo della vaccinazione contro il Papilloma Virus, ma anche sul farla entro i 14 anni, sia perché ha una maggiore probabilità di successo, sia perché fino a quest’età è gratuito ed è suddiviso in due dosi, mentre dopo quest’età è a pagamento e richiede una somministrazione e due richiami.

Per finire, quest’incontro ha sancito la proficua collaborazione che già da qualche anno vede uniti il nostro Liceo e la LILT, attraverso rapporti di cooperazione reciproca mediati dalla professoressa Anna Giarratana, coadiuvata dai docenti referenti alla Salute prof.ri Giovanna Cantone ed Andrea Cosentino. Un ringraziamento va alla nostra Preside, dott.ssa Carmela Maccarrone, per la sua sensibilità ed apertura verso queste iniziative che trovano sempre spazio nel nostro Istituto. Un ringraziamento va anche al presidente della sezione LILT di Belpasso Gino Asero, sempre in prima linea insieme a sua moglie Claudia Doria ed ai volontari, per sensibilizzare il territorio sulla prevenzione oncologica proprio a partire dalle scuole. A tal proposito segnaliamo che dal 16 al 24 Marzo sarà attiva la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, il cui simbolo sarà una bottiglia di olio extra vergine di oliva di provenienza certificata che verrà dato in omaggio a chiunque attiverà una sottoscrizione annuale alla LILT, per ricordare a tutti l’importanza di un corretto stile alimentare.




Accessibility